Chi siamo

Se c’è qualcosa che più mi affascina dei grandi scrittori, soprattutto francesi, dell’Ottocento è la loro capacità di ricercare la bellezza in lunghi viaggi snervanti. Leggevo or ora in Dumas ( Ascanio. Sellerio Editore. 13 euro ) come l’orafo del Moro stesse ore ed ore sulle sculture degli antichi. La storia di del Moro è anche la mia storia. Il mio studio oltre ad essere fatto perlopiù in Italia e per Musei e Paesi e Città ha visto lo studio di vari ambiti anche architettonici, ceramici e pittorici. A Stuttgart ho potuto ammirare Picasso, Monet, Modigliani, Magrit e de Chirico; a Siena Piero della Francesca; a Viterbo Vitale da Bologna. Mentre a livello archeologico le sculture di Napoli e Roma, la ceramica di Siracusa e Agrigento e l’invetriata di Gela e Piazza Armerina, Viterbo. In quanto ad architettura ho avuto la fortuna di incontrare il Dott. Prof. Patrizio Pensabene, grande esperto di decorazioni architettoniche e marmi antichi. Ho partecipato all’Asmosia 2009 che si è tenuto a Tarragona in Spagna. Un problema insorto nel 2010 fino al 2017 mi ha impedito il proseguo accademico che ora dovrebbe proseguire a Palermo o Catania. In prima istanza ero iscritto già dal lontano 2007 a Roma La Sapienza in Scienze storiche medievaliste prima e in Scienze storiche e archeologiche del mondo classico e orientale dopo. Frattanto ho lavorato come operatore ecologico, uomo delle pulizie, bibliotecario, custode, manovale e bracciante agrario. Leggo, scrivo, suono la chitarra.