Pietro Verde – SICILIANA…MENTE. Il Vernacoliere Siculo – Parte I

Bilasi Catusu

St’estati versu l’uottu di la sira

truvammu a girari o cimiteru

non m’addunavu ca calava u scuru

e non vidia lu lustru di la cira.

Quannu m’accorsi di un vidiri nenti

mi dirigivu versu lu cancellu

pinsannu ca accussi ci la faciva.

Ma Pacinellu fu accussi puntuali

ca centu metri prima d’arrivari

sintivu lu rumuri du muturi

e iu ristavu sulu nni lu viali.

Bona finì “pinsavu” chista si che bella

“avissi passari ccà tutta la notti

ospiti di li spiriti e di li morti

“chisti pi ffari lu purricinella”

Pirchì u custodi mi l’aviva dittu

vistu che era già tardu quannu vinni

di fari lestu e di iriminni

ca la chiusura era propriu all’ottu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *