L’insostenibile pesantezza delle discordie

Assistiamo sempre più perplessi alle schermaglie ridicole tra i ContemplAttivi e la Giunta. Più che una “casa ranni pi tutti i narisi” si sta trasformando in “la casa ranni per quelli contro il sindaco Cremona” ed è questo a lasciare attoniti. Con tutta la buona volontà lo strappo era prevedibile perché il pontifex maximus dei ContemplAttivi non è mai stato troppo accomodante con la giunta. Il rischio è una battaglia politica che poco c’entra con questioni in essere tra i due schieramenti. Il caso bellico è rappresentato dalla primavera narese e dal cartellone alternativo che stanno preparando da ambo le parti senza comunicazione alcuna. A soffiare sul fuoco ci si mette certa stampa che preventivamente si pone come detrattore del programma comunale tanto da far sentire inadatti i bambini che parteciperanno inevitabilmente all’evento. Cremona è sempre più solo, emarginato anche dal circolo PD, si ritrova ad alternare rimpasti e rimpasti per andare avanti. Il clima non è fertile per un lavoro armonioso e che dia risultati. Si sà che un piano inclinato di tal fatta è latore di nuove rotture e nuovi scontri: questo i ContemplAttivi lo hanno capito benissimo.

Visite: 161
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a L’insostenibile pesantezza delle discordie

  1. Pingback: Naro. Primavera narese e l’insostenibile pesantezza delle discordie – AltraNotizia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *